LA STRUTTURA

Mission
Il paziente deve essere sempre al centro del sistema

A questo principio, il fondatore del Gruppo, Prof. Raffaele Garofalo, ha costantemente orientato la sua attività professionale ed imprenditoriale, ponendo particolare attenzione all'eccellenza delle organizzazioni sanitarie, sempre al passo con i tempi sia per quanto riguarda la ricerca e la conoscenza scientifica, sia sotto l'aspetto delle innovazioni tecnologiche.

Tutte le strutture del Gruppo, infatti, sono realizzate nel rispetto di questo principio al fine di garantire il più alto livello qualitativo delle prestazioni assistenziali erogate, perchè, come diceva il Prof. Garofalo:


La salute è il bene più prezioso che l'uomo possa avere

La Casa di Cura Villa Berica ha sede a Vicenza ed è accreditata con il Sistema Sanitario Nazionale.

Villa Berica è un efficiente polo specialistico dove vengono erogate prestazioni sanitarie per la diagnosi e la cura di numerose patologie, sia in regime di degenza ordinaria sia in regime ambulatoriale.

E’ una struttura moderna, con un forte orientamento al confort alberghiero e all’innovamento tecnologico, che ha come obiettivo l’erogazione di cure efficaci e personalizzate, rendendo così sempre più breve e confortevole la degenza del paziente.

La clinica offre servizi sanitari nell’area medico-chirurgica e in quella ortopedica, avvalendosi di un laboratorio analisi qualificato e di un centro di diagnostica con attrezzature di ultima generazione.

Villa Berica è un centro di riferimento per la diabetologia con particolare attenzione alla prevenzione e cura delle complicanze del diabete a carico degli arti inferiori (Piede Diabetico) per la quale si sono raggiunti eccellenti livelli di qualità delle cure.

Principi fondamentali

Nell’erogazione dei servizi, la Casa di Cura e i suoi Collaboratori si uniformano ai seguenti principi etico-professionali:

  • Eguaglianza: tutti possono accedere ai servizi della Casa di Cura con pari diritti. Nessuna distinzione viene compiuta per motivi etnici, linguistici, religiosi e politici.
  • Imparzialità: il comportamento del personale nei confronti degli Utenti deve essere ispirato a criteri di obiettività, giustizia, imparzialità e cortesia.
  • Continuità: la continuità del servizio ai degenti è assicurata per l’intero arco delle ventiquattr’ore e per tutti i giorni dell’anno. I servizi ambulatoriali operano negli orari diurni previsti.
  • Diritto alla scelta: l’utente ha il diritto di accedere ai servizi offerti dalla Casa di Cura su propria libera scelta, nei soli limiti stabiliti dalle disponibilità strutturali, tecnologiche e di competenza tecnico-professionale. È esclusa ogni costrizione morale o materiale.
  • Partecipazione: l’utente ha il diritto di ottenere informazioni sui servizi offerti e sulle proprie condizioni di salute, ha il diritto di esprimere osservazioni e suggerimenti verbali o scritti. Tali indicazioni saranno attentamente valutate dalla Casa di Cura per il miglioramento della qualità dei servizi.
  • Efficienza ed efficacia: l’intera attività svolta all’interno della Casa di Cura è ispirata al principio di garanzia di efficienza dei servizi e di efficacia delle prestazioni rese.
Codice Etico

Cliccando su Codice_Etico_Gruppo_Garofalo si accede al Codice Etico del Gruppo Garofalo del quale La Casa di Cura Villa Berica è parte.

L'Azienda
La storia

La Casa di Cura Villa Berica nasce a Vicenza nei primi anni ’30 con indirizzo chirurgico.

Agli inizi degli anni ’50, il medico oculista Prof. Alessandro Trettenero ne assume assieme alla sua famiglia la proprietà.

Durante la sua gestione la clinica affronta una grande trasformazione integrando al rapporto privato con gli utenti, prestazioni convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.

Nel corso degli anni l’attività di degenza si è diversificata e qualificata, arrivando ad offrire al paziente un ampio panorama di prestazioni ospedaliere e ambulatoriali. La crescita dell’offerta di prestazioni sanitarie è sempre stata accompagnata da continui interventi di ristrutturazione, ampliamento e adeguamento tecnologico.

Nel 2000 il Chirurgo Prof. Raffaele Garofalo, presidente di uno dei più importanti gruppi della sanità privata italiana, decide di acquistare la casa di cura direttamente dalla famiglia Trettenero, accelerando così il passaggio dalla chirurgia classica alle più attuali e moderne tecniche chirurgiche come la laparoscopia e l’endoscopia interventistica, favorendo in tal modo il recupero funzionale del paziente in tempi molto brevi.

Nel 2003 è stato inaugurato il nuovo gruppo operatorio costituito da 4 sale chirurgiche dotate delle migliori attrezzature e tecnologie, a cui recentemente è stata aggiunta una sala di emodinamica ed un ambulatorio chirurgico.

Dall’anno 2001 Villa Berica è certificata UNI EN ISO 9001/2008, nel 2013 ha ottenuto il rinnovo dell’accreditamento regionale e nel 2015 il rinnovo dell’autorizzazione all’esercizio.

Collocazione
Come raggiungerci

la Casa di Cura Villa Berica è ubicata nel centro urbano di Vicenza, in Via Capparozzo 10 ed è raggiungibile:

  • In autobus urbano, linea 1: fermata lungo Corso Padova nei pressi di Via G. Salvi; linea 7: fermata in Via Maffei oppure al capolinea di Via Pizzocaro.
  • In autopullman delle FTV: linea Vicenza-Padova in direzione Padova con fermata in Corso Padova all’altezza della Unicredit Banca, in direzione Vicenza con fermata di fronte allo Stadio Menti.
  • In taxi: tel. 0444 920600
  • Con mezzi privati: da Via G. Salvi (via Capparozzo è in parte a senso unico)
Parcheggio

Nel perimetro della Casa di Cura c’è un parcheggio libero salvo alcune aree dedicate ai mezzi di portatori di handicap oltre ai mezzi di soccorso.

All’esterno, sulle strade adiacenti alla Casa di Cura esistono parcheggi a pagamento (tariffa: 0.25 € per la prima ora, 1 € per le ore successive)

Dove alloggiare
Nelle vicinanze di Villa Berica si può alloggiare in Alberghi o in Pensione gestita da Religiose:
  • Hotel Conchiglia d’Oro Via Bassano, 7 tel. 0444 504202
  • Key Hotel, Via Giangiorgio Trissino, 54 tel. 0444 505476
  • Casa Sacro Cuore, Corso Padova, 122 tel. 0444 505265
Numeri e indirizzi utili
  • Centralino: 0444 219200
  • U.R.P. 0444 219208
  • Ufficio Ricoveri: 0444 219146 – 208, FAX 0444 219
  • Dipartimento di Medicina e Riabilitazione 0444 219160
  • Dipartimento Chirurgico 0444 219180 – 140
  • Direzione Amministrativa 0444 219293
  • e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Il Gruppo Garofalo
Storia

La storia del Gruppo Garofalo è una storia che viene da lontano, dagli anni del dopoguerra, quando l’Italia era un paese annientato e dal futuro precario.

Raffaele Garofalo era un giovane idealista che obbediva al sogno in cui credeva fermamente: diventare un grande chirurgo. Subito dopo la laurea andò come volontario all’Ospedale militare di Napoli dove eseguì i suoi primi interventi chirurgici. Da Napoli a Roma passando per Ripe San Ginesio, si realizzò così il sogno del giovane Raffaele, che insieme ai suoi fratelli alla fine degli anni ‘50 rilevò la gestione della Clinica dove operava con grande tenacia, la casa di Cura Sant’Antonio da Padova a Colle Oppio.

Gli anni ’60 innescarono in Italia una fase di trasformazione economica e sociale, da paese agricolo a nazione moderna, con un ‘industria in crescita esponenziale; in questo scenario la famiglia Garofalo compì il passo successivo che originò la nascita di un grande gruppo imprenditoriale. Fu acquistato un terreno nel quartiere di Monteverde e fu avviata la costruzione di una nuova clinica. Nacque così la Casa di Cura Città di Roma. Nel decennio successivo che passò alla storia con la definizione ”anni di piombo” a dispetto dello scenario negativo, il Gruppo Garofalo, che, sino a quel momento aveva investito in un settore anticiclico, concretizzò i risultati di un impresa assolutamente vincente. Fu così deciso di diversificare l’impiego delle risorse anche nel settore alberghiero e nacquero il Park Hotel Residence Blanc et Noir, il Residence Ponte Bianco ed il Park Hotel Residence Rouge et Noir. Fu contemporaneamente acquistato il Castello di Nerola, destinato nel tempo, a diventare uno dei dieci alberghi più belli del mondo.

Negli anni ‘80 il Gruppo Garofalo proseguì una crescita massiccia nel comparto sanitario. Fu, pertanto, la volta dell’Aurelia Hospital, dell’European Hospital e della Casa di Cura Samadi. Nel ‘90 fu acquistata anche un’emittente televisiva locale Videouno con segnale su tutto il Lazio e parte della Toscana. Essa fu trasformata in Telesalute, prima emittente monotematica europea esclusivamente focalizzata sui temi della salute. Oggi Telesalute è diventata IES TV Informazione e salute.

Alla fine degli anni ‘90 e all’esordio del 2000 il Gruppo Garofalo, presieduto dal suo fondatore Raffaele Garofalo, avviò una sana diversificazione territoriale, acquisendo strutture sanitarie in svariate regioni del Nord Italia. Fu, pertanto, la volta dell’Eremo di Miazzina a Verbania, l’Hesperia Hospital a Modena, Villa Berica a Vicenza e Villa Garda a Garda. Un processo di crescita che anche dopo la grave perdita subita dal Gruppo con la scomparsa del suo fondatore, avvenuta nel febbraio del 2006, si è perpetrato con l’acquisizione della Casa di Cura Rugani a Siena e la Casa di Cura Villa Von Siebenthal a Genzano di Roma.

Gallery